... un Messaggero nobilissimo, potente ed eccellente presso il Signore del Trono, colą obbedito e fedele. (Surat at-Takwir, 20-21)

Come rivelato in un versetto del Corano: "… Muhammad è l'Inviato di Allah e il sigillo dei profeti." (Surat al-Ahzab, 40), il Profeta Muhammad (saas) è stato inviato all’umanità quale ultimo Profeta. Egli fu un esempio vivente della sublime moralità dell’ultima rivelazione di Allah. Fu un amico di Allah e per tale prossimità a Lui fonte d’ispirazione per il genere umano. Fu il Suo rappresentante, nobile ai Suoi occhi e amico di tutti i credenti.

Come Allah ha rivelato in un altro versetto: "Faremo scendere su di te parole gravi..." (Surat al-Muzammil, 5). Egli affidò al Suo ultimo Profeta, Muhammad (saas), una gravosa responsabilità, che questi, grazie alla sua forte fede in Allah, seppe assumere nel miglior modo possibile, invitando al cammino di Allah e all’Islam tutto il genere umano, illuminando così la via per ogni credente.

Pur non avendo una conoscenza diretta del Profeta (saas), è tuttavia possibile fare del proprio meglio al fine di apprendere il suo comportamento esemplare, i suoi detti e la sua moralità, mediante lo studio del Corano e degli hadith (i detti e gli insegnamenti del Profeta (saas)). Si può tentare di imitarlo, per avvicinarsi a lui nell’altra vita. Vi è oggi una tendenza, e tra i giovani in particolare, a prendere a modello diversi individui, imitandone il comportamento, il modo di parlare e di vestire, nel tentativo di assomigliare a loro. Dal momento che, tuttavia, la grande maggioranza di costoro non percorre un cammino retto, è priva di moralità e punti di riferimento. È quindi una seria responsabilità guidare le persone alla verità e al miglior comportamento possibile. È dunque dovere di ogni musulmano tentare di emulare la condotta e la moralità del Profeta Muhammad (saas), come Allah ha confermato nel seguente versetto:

Avete nel Messaggero di Allah un bell'esempio per voi, per chi spera in Allah e nell'Ultimo Giorno e ricorda Allah frequentemente. (Surat al-Ahzab, 21)

Come il Profeta Muhammad (saas), anche gli altri Profeti rappresentarono un modello per i credenti. Allah dichiara:

Nelle loro storie c'è una lezione per coloro che hanno intelletto. Questo [Corano] non è certo un discorso inventato, ma è la conferma di ciò che lo precede, una spiegazione dettagliata di ogni cosa, una guida e una misericordia per coloro che credono. (Surah Yusuf, 111)

Lo scopo del presente studio è di far conoscere diversi aspetti del Profeta Muhammad (saas), per dimostrare di quali superiori caratteristiche e qualità possa usufruire una società qualora adotti una simile condotta morale. Come il Profeta (saas) ha rivelato nell’hadith: "In verità, io vi lascio qualcosa che, se ad essa vi atterrete, vi impedirà di andare in perdizione: il libro di Allah e la condotta del suo Profeta."1 Le due guide veritiere di ogni musulmano sono il Corano e la Sunnah (la pratica del Profeta Muhammad, saas). Il Profeta Muhammad (saas) è un esempio per l’umanità per la sua condotta morale, alla quale ha invitato il genere umano a conformarsi. Fu il Profeta (saas) a dire "Sono stato inviato per perfezionare il carattere"2 e "Per Colui la cui mano contiene la mia vita: Nessuno entrerà il Paradiso se non chi ha tenuto una buona condotta."3

Quei musulmani che seguono la via del Profeta (saas) devono eccellere in condotta morale e comportamento, al fine di costituire per gli altri un esempio da seguire.

Non inviammo i profeti se non per annunciare ed ammonire. I miscredenti usano le menzogne per indebolire la verità. Deridono i Nostri segni e ciò di cui li si avverte. (Surat al-Kahf, 56)

Quale peggior ingiusto di colui che si allontana dai segni di Allah, dopo che essi gli sono stati ricordati, e che dimentica quello che ha commesso? Anche se li richiami alla retta via, essi non la seguiranno mai. (Surat al-Kahf, 57)
       

1. L’ultimo sermone del Profeta Muhammad (http://www.stanford.edu/~jamila/Sermon.html)
2. Imam Malik, Muwatta, Libro 47, Numero 47.1.8
3. Imam Ghazzali, Ihya Ulum-Id-Din (Ravvivamento delle scienze religiose), Islamic Book Service, New Delhi, 2001, Volume II, p.236

Chi e' l'autore - Links - Email - Associarvi -

www.harunyahya.it